10 May

Arthritis Foundation, Sindrome di Jögren e il tuo corpo

Arthritis Foundation, Sindrome di Jögren e il tuo corpo

Sintomi agli occhi

Occhi asciutti Bruciore o bruciore agli occhi Visione offuscata Sensazione che particelle estranee o qualcosa di granuloso è negli occhi Sensibilità alla luce Blephartis (infiammazione delle palpebre)

Sintomi di bocca, gola e naso

Bocca secca (che può includere saliva densa e fibrosa) Ghiandole salivari gonfie Dolore alla bocca Problemi dentali, come cavità e infiammazione gengivale Alterato senso del gusto e dell’olfatto Passaggi nasali secchi o sinusite Secchezza o bruciore della gola Difficoltà a deglutire Raucedine, difficoltà di parola

Altri sintomi

Affaticamento eccessivo o gonfiore alle articolazioni Dolori muscolari Intorpidimento o formicolio alle mani o ai piedi Pelle secca Problemi cognitivi, come perdita di memoria o annebbiamento cerebrale Mal di testa Problemi gastrointestinali, come nausea o bruciore di stomaco Problemi respiratori, come mancanza di respiro, bronchite ricorrente, polmonite Secchezza vaginale Minzione dolorosa

Cause e fattori di rischio della sindrome di Sjögren

I ricercatori non sono sicuri di cosa causi esattamente la sindrome di Sjögren, ma credono che una combinazione di fattori genetici e ambientali possa predisporre qualcuno a sviluppare questa condizione, secondo l’Istituto nazionale di ricerca dentale e craniofacciale (NIDCR). Diversi geni sembrano essere coinvolti nello sviluppo di Sjögren e un precedente attacco di infezione virale o batterica può svolgere un ruolo nell’innesco della malattia. Nelle persone geneticamente predisposte, un’infezione può agire come un fattore scatenante per attivare il loro sistema immunitario e indurlo ad attaccare cellule e tessuti sani, osserva la Mayo Clinic. Ci sono anche alcune prove che avere un parente che ha la sindrome di Sjögren può aumentare il rischio: secondo la Arthritis Foundation, circa il 12% delle persone con Sjögren ha uno o più parenti che hanno anche la malattia. E poiché Sjögren colpisce le donne a un tasso di gran lunga maggiore rispetto agli uomini – 9 persone su 10 con la malattia sono donne, secondo la Fondazione Sjögren – si ritiene che gli estrogeni possano svolgere un ruolo nello sviluppo della malattia. Essere una donna in post-menopausa è un fattore di rischio per la sindrome di Sjorgen.

Scelti dall’editore

Artrite reumatoide e sindrome di Sjögren: capire il collegamento

I tassi di autoimmunità sono in aumento negli Stati Uniti, afferma uno studio

6 cose sull’artrite reumatoide che sono difficili da spiegare o capire

7 esercizi per alleviare i dolori articolari

Come viene diagnosticata la sindrome di Sjögren?

La diagnosi della sindrome di Sjögren può essere particolarmente difficile perché molti dei sintomi di questa complessa malattia imitano quelli di un’ampia varietà di altre condizioni, tra cui la fibromialgia e la sindrome da stanchezza cronica, secondo la Johns Hopkins Medicine. Poiché ci sono molti diversi tipi di sintomi e qualcuno potrebbe manifestare alcuni sintomi ma non altri, potrebbe essere difficile per un operatore sanitario vedere l’intero quadro. Ad esempio, potresti vedere un oftalmologo per i sintomi dell’occhio secco e un dentista per problemi alla bocca, e poi un altro medico per i dolori articolari, ma ogni singolo medico potrebbe non registrare tutti i tuoi sintomi e riconoscere che sono dovuti a una singola diagnosi unificante della sindrome di Sjögren. Non esiste un singolo test per diagnosticare la malattia di Sjögren, ma nel sangue devono essere presenti anticorpi specifici e deve essere osservato un modello di infiammazione. Per diagnosticare la sindrome di Sjögren, un reumatologo, lo specialista che in genere tratta questa condizione, di solito inizia prendendo la tua storia medica e conducendo un esame fisico. A seconda di questi risultati, il medico può prescrivere esami come: Analisi del sangue Questi cercano anticorpi specifici comuni nella sindrome di Sjögren, nonché prove di altre malattie autoimmuni, come il lupus e l’artrite reumatoide. Biopsia Il medico può rimuovere tessuti o cellule dalle ghiandole salivari del labbro per inviarli a un laboratorio per verificare la presenza di segni di infiammazione. Test di imaging Questi possono includere un’ecografia o un’immagine di risonanza magnetica (MRI), sulla ghiandola salivare. Sialometria Questo test non invasivo misura la quantità di saliva che è possibile produrre in un determinato periodo di tempo. Test degli occhi Questi test vengono generalmente eseguiti da un oftalmologo e possono includere un test di Schirmer, che misura la quantità di lacrime che i tuoi occhi producono in un certo periodo di tempo, e un test della tintura che può aiutare il tuo medico a vedere come la secchezza ha colpito la tua cornea e altre parti del tuo occhio.

Prognosi della sindrome di Sjögren

La tua prognosi dipende dai tuoi sintomi e dalla gravità della tua malattia. Alcune persone possono provare solo secchezza degli occhi e della bocca, mentre altre possono avere sintomi più gravi che possono attraversare periodi di remissione e riacutizzazioni, secondo l’Istituto nazionale di disturbi neurologici e ictus slim4vit (NINDS). Sebbene sintomi come secchezza degli occhi e bocca possano essere fastidiosi e scomodi, spesso possono essere gestiti bene con trattamenti appropriati. La rapidità con cui la tua condizione viene identificata e trattata può anche avere un ruolo in quanto sei influenzato dalla malattia. La diagnosi precoce è importante per ridurre gli effetti della malattia di Sjögren. La maggior parte dei pazienti con Sjögren rimane in buona salute e anche i sintomi che definiscono gli occhi e la bocca asciutti possono migliorare con il tempo, secondo l’American College of Rheumatology (ACR).

Per le persone la cui sindrome di Sjögren è da moderata a grave, sintomi come fastidio agli occhi, infezioni ricorrenti alla bocca, difficoltà a deglutire, dolori articolari e affaticamento debilitante possono avere un impatto negativo sulla qualità della vita.

Quando la sindrome di Sjögren è stata molto attiva per un lungo periodo di tempo, c’è un aumento del rischio di sviluppare linfoma e morte prematura, secondo la Biblioteca Nazionale di Medicina degli Stati Uniti. E secondo il Centro informazioni sulle malattie genetiche e rare (GARD) del National Institute of Health, il rischio di morte aumenta anche quando qualcuno ha condizioni associate alla sindrome di Sjögren, come il lupus eritematoso sistemico (LES) o l’artrite reumatoide.

Durata della sindrome di Sjögren

La sindrome di Sjögren è una malattia permanente. Non esiste una cura, ma la maggior parte delle persone affette da questa condizione può lavorare con il proprio reumatologo per trovare il trattamento migliore per gestire i propri sintomi.

Opzioni terapeutiche e terapeutiche per la sindrome di Sjögren

Il medico può suggerire le seguenti strategie e trattamenti:

Pratica una buona igiene orale. La secchezza della bocca può aumentare il rischio di carie e infezioni, motivo per cui i problemi dentali sono comuni nelle persone con sindrome di Sjögren. Per prevenire la carie e altri problemi, lavati i denti dopo ogni pasto e prima di coricarti e usa il filo interdentale ogni giorno. Il medico può anche raccomandare dentifrici o collutori da prescrizione formulati per il trattamento della bocca secca, secondo la Johns Hopkins Medicine. Prevenire la secchezza delle fauci. Bevi spesso sorsi d’acqua durante il giorno e mastica gomme senza zucchero o succhia caramelle senza zucchero per mantenere la bocca umida e aumentare la produzione di saliva. (Evita cibi e bevande zuccherati in quanto possono portare alla carie.) Cerca di limitare o evitare caffè, alcol e nicotina, che possono irritare e seccare la bocca, e usa un balsamo per le labbra per prevenire le labbra secche o screpolate. Mantieni gli occhi umidi e protetti. Il medico può raccomandare l’uso di colliri lubrificanti o unguenti per mantenere gli occhi umidi. Secondo l’American Academy of Ophthalmology, è importante trattare gli occhi asciutti se si ha la sindrome di Sjögren perché l’irritazione in corso può, in rari casi, portare a infezioni e cicatrici e può influire sulla vista. Se la secchezza oculare è grave e persiste, parla con il tuo medico di altri trattamenti. Un’opzione potrebbe essere l’occlusione puntale, in cui i condotti lacrimali sono sigillati con tappi di collagene o silicone per bloccare il drenaggio delle lacrime al fine di aumentare la lubrificazione degli occhi, secondo la Mayo Clinic.

Relazionato: 8 modi fai-da-te per gestire l’occhio secco

Trova un programma di esercizi che protegga le articolazioni. Se hai dolori articolari o gonfiore, parla con il tuo medico o fisioterapista per trovare esercizi che possono aiutarti ad alleviare la rigidità articolare e migliorare la gamma di movimento e flessibilità, suggerisce la Fondazione per l’artrite. Dai un’occhiata alla tua dieta. Molte persone con la sindrome di Sjögren possono avere problemi legati al mangiare. Alcune persone potrebbero avere problemi a mangiare determinati cibi a causa della secchezza e del gonfiore della gola, mentre altri potrebbero avere problemi digestivi, come bruciore di stomaco e reflusso acido, che sono comuni nelle persone con Sjögren, osserva la Cleveland Clinic.

Se stai riscontrando sintomi gastrointestinali, parla con il tuo reumatologo e un dietologo registrato per identificare quali cibi dovresti evitare e cosa dovresti includere nella tua dieta per assicurarti di ottenere i nutrienti di cui hai bisogno. A volte questo richiede di tenere un cosiddetto diario alimentare, in cui registri ciò che mangi e cerchi di correlarlo ai tuoi sintomi.

Opzioni di farmaci

Può essere necessario un farmaco per le persone che sviluppano sintomi come dolori articolari, affaticamento, fibromialgia o sintomi più gravi legati all’infiammazione che coinvolge organi come i reni, l’intestino, i polmoni o il cervello. Secondo la NYU Langone Health, i farmaci che possono essere raccomandati includono: Antidolorifici lievi per dolori muscolari e articolari Questi includono farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) come ibuprofene e naprossene. Agonisti colinergici Il medico può prescrivere questi farmaci, che aiutano a stimolare le secrezioni nel corpo, per aiutare a creare più lacrime e saliva. Rimedi per la secchezza vaginale I medici possono raccomandare creme idratanti vaginali da banco o estrogeni prescritti (sotto forma di crema, anello o compressa) per coloro che potrebbero soffrire di secchezza vaginale. Steroidi, come il predisone, per il trattamento di riacutizzazioni di sintomi come dolori articolari o eruzioni cutanee Sebbene il prednisone e altri steroidi siano efficaci nel ridurre l’infiammazione, hanno effetti collaterali – come aumento di peso, ipertensione e osteoporosi – associati a dosi più alte e uso a termine. Farmaci immunosoppressori per dolori articolari. Come suggerisce il nome, questi farmaci sopprimono un sistema immunitario iperattivo. Il medico può inizialmente prescriverle l’idrossiclorochina; il metotrexato può essere preso in considerazione successivamente. Nei casi più gravi di Sjögren, in cui gli organi sono interessati, i medici possono prescrivere immunosoppressori più potenti, come ciclofosfamide e rituximab.

Terapie alternative e complementari

Agopuntura per l’occhio secco Una revisione degli studi pubblicati a maggio 2018 su BMC Complementary Medicine and Therapies ha rilevato che l’agopuntura era più efficace delle lacrime artificiali nel trattamento della sindrome dell’occhio secco. Bagno di paraffina Applicare calore umido alle mani e ai polsi al mattino immergendoli nella cera calda può aiutare con la rigidità, secondo il Centro Johns Hopkins Sjögren. Esercizi delicati Il Centro Johns Hopkins Sjögren rileva anche i benefici del tai chi, dello yoga e della danza per rafforzare i muscoli e aiutare a mantenere la gamma di movimento. Integratori alimentari Alcune ricerche, come uno studio pubblicato nel novembre 2016 sulla rivista Cornea, ha suggerito che gli integratori di omega-3 possono aiutare a migliorare i sintomi associati all’occhio secco.

Prevenzione della sindrome di Sjogren

Non esiste un modo noto per prevenire la sindrome di Sjögren, ma ci sono trattamenti e misure che puoi adottare per alleviare i sintomi come secchezza degli occhi e bocca e dolori articolari.

Complicazioni della sindrome di Sjögren

La sindrome di Sjögren colpisce tutto il corpo, causando sintomi che vanno oltre la secchezza della bocca e degli occhi. Questa malattia può colpire il sistema gastrointestinale, il sistema nervoso centrale e organi come i reni, il fegato, il pancreas, i polmoni e altri. Alcune complicazioni comuni includono: Danni agli occhi Cavità dentali, infezioni orali Malattia polmonare Neuropatia Cistite interstiziale (sindrome della vescica dolorosa) Linfoma Problemi renali Vasculite (rara) Problemi in gravidanza (le donne con sindrome di Sjögren hanno un rischio maggiore di complicazioni durante la gravidanza), secondo una revisione del 2017 in Giornale permanente

Altro sulle complicazioni

Quali sono i sintomi della neuropatia e come viene diagnosticata la condizione?

9 sintomi oculari gravi a cui prestare attenzione

4 cause nascoste del dolore alla vescica: conoscere i segni

Cosa sai veramente della BPCO?

Ricerca e statistica: chi ha la sindrome di Sjögren?

La sindrome di Sjögren può colpire persone di qualsiasi età, compresi i bambini, ma la malattia viene solitamente diagnosticata nella mezza età. Alla maggior parte delle persone viene diagnosticata un’età compresa tra i 40 ei 69 anni. E sebbene possa colpire gli uomini, la malattia è molto più diffusa nelle donne. Come accennato in precedenza, fino a 9 persone su 10 che hanno Sjögren sono donne. La Fondazione Sjögren rileva che circa quattro milioni di americani hanno la malattia.

Condizioni correlate della sindrome di Sjögren

Secondo StatPearls, alcune delle condizioni comunemente associate (e scambiate per) Sjögren includono: Sarcoidosi Parotite Disidratazione Linfoma Malattia di Parkinson Scleroderma Artrite reumatoide Lupus

Risorse che amiamo

Fondazione Sjögren

Questa fondazione nazionale senza scopo di lucro si concentra sull’aumento dell’istruzione, della consapevolezza e della ricerca su questa condizione e fornisce supporto e informazioni alle persone con Sjogren e ai loro cari.

Istituto Nazionale di Ricerca Odontoiatrica e Craniofacciale

Dove puoi trovare informazioni sulle ultime ricerche sulla sindrome di Sjögren? Come puoi trovare una sperimentazione clinica? Questo sito del National Institutes of Health è un eccellente hub di informazioni e risorse affidabili per la sindrome di Sjögren.

Podcast sulle malattie autoimmuni della UNC School of Medicine

Questa serie in 12 parti sulle malattie autoimmuni include un episodio sulla sindrome di Sjogren. Beth Jonas, MD, professore associato di medicina nella divisione di reumatologia, allergia e immunologia presso la UNC School of Medicine, discute la malattia e come gestirla.

Fonti editoriali e verifica dei fatti

Sjögren’s. American College of Rheumatology. Marzo 2019. Capire Sjögren’s. Fondazione Sjogren. Sjögren’s. Istituto Nazionale di Ricerche Dentali e Craniofacciali. Luglio 2018. Sjögren’s. Fondazione per l’artrite. La sindrome di Sjögren e il tuo corpo. Fondazione per l’artrite. Sindrome di Sjögren: sintomi e cause. Mayo Clinic. 22 luglio 2020. Pagina informativa sulla sindrome di Sjögren. Istituto nazionale di disturbi neurologici e ictus. 27 marzo 2019. MedlinePlus di Sjögren. 8 aprile 2019. Informazioni sulla sindrome di Sjögren: dolore alle articolazioni. Johns Hopkins Sjögren’s Center. Colorazione della superficie oculare. Johns Hopkins Sjögren’s Center. Sindrome di Sjögren: diagnosi. Johns Hopkins Sjögren’s Center. Sindrome di Sjögren. Centro informazioni sulle malattie genetiche e rare. Boyd K. Come viene trattato l’occhio secco dalla sindrome di Sjögren? Accademia americana di oftalmologia. 20 aprile 2020. Gestione della bocca secca. Johns Hopkins Sjögren’s Center. Sindrome di Sjogren: diagnosi e trattamento. Mayo Clinic. 22 luglio 2020. Sindrome di Sjögren: convivere con. Cleveland Clinic. 21 luglio 2020. Farmaci per la sindrome di Sjögren negli adulti. NYU Langone Health. Kim BH, Kim MH, Kang SH, Nam HJ. Ottimizzazione del trattamento di agopuntura per la sindrome dell’occhio secco: una revisione sistematica. Medicina complementare e terapie BMC. 2018. Epitropoulos A, Donnenfeld E, Shah Z, et al. Effetto dell’integrazione nutrizionale di omega-3 reesterificata per via orale sugli occhi asciutti. Cornea.