17 Mar

Arthritis Foundation. Che tipo di artrite reumatoide hai

Arthritis Foundation. Che tipo di artrite reumatoide hai

Trova le informazioni più recenti e accurate nella nostra guida.

Per saperne di più: una guida per convivere con l’AR durante la pandemia COVID-19: aiuto, risorse e creazione di una lista di controllo personale

CORRELATI: 8 cose che le persone con artrite reumatoide devono sapere sui vaccini COVID-19

Iscriviti alla nostra newsletter sull’artrite reumatoide!

Fonti editoriali e verifica dei fatti

Educazione del paziente: sintomi e diagnosi dell’artrite reumatoide (oltre le basi). Aggiornato. Dicembre 2019. Artrite reumatoide: quando il tuo sistema immunitario attacca il tuo corpo. NIH MedlinePlus. Estate 2014. Artrite reumatoide. Riferimento per la casa genetica della Biblioteca Nazionale di Medicina degli Stati Uniti. Seror R, Henry J, Gusto G, et al. Il fumo passivo nell’infanzia aumenta il rischio di sviluppare l’artrite reumatoide. Reumatologia. Luglio 2019. Baker JF, England BR, Mikuls TR, et al. Obesità, perdita di peso e progressione della disabilità nell’artrite reumatoide. Cura dell’artrite Ricerca. Aprile 2018. Cause dell’artrite reumatoide. NHS. 28 agosto 2019. Artrite reumatoide. Fondazione per l’artrite. Che “tipo” di RA hai? Fondazione per l’artrite. Tipi RA: cosa distingue i tipi di artrite reumatoide? Rete di supporto per l’artrite reumatoide. 27 ottobre 2018. Artrite reumatoide. Istituto nazionale di artrite e malattie muscoloscheletriche e della pelle. Settembre 2019. DMARD. Fondazione per l’artrite. Hagen KB, Byfuglien MG, Falzon L, et al. Interventi dietetici per l’artrite reumatoide. Il database Cochrane delle revisioni sistematiche. Gennaio 2009. Hunter TM, Boytsov NN, Zhang X, et al. Prevalenza dell’artrite reumatoide nella popolazione adulta degli Stati Uniti nei database di reclami sanitari, 2004–2014, Rheumatology International. Settembre 2017. Artrite reumatoide. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Marzo 2019. Artrite giovanile. American College of Rheumatology. Marzo 2019. Che cos’è l’artrite? Fondazione per l’artrite. Statistiche relative all’artrite. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. 18 luglio 2018. Osteoartrite (OA). Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. 10 gennaio 2019. Cosa devono sapere le persone con artrite reumatoide sull’osteoporosi. Istituto nazionale di artrite e malattie muscoloscheletriche e della pelle. Novembre 2018. Artrite e salute mentale. Fondazione per l’artrite. Artrite reumatoide e problemi polmonari. Fondazione per l’artrite. Mostra meno

L’ultima novità in fatto di artrite reumatoide

Smart Health: ho provato la criovibrazione VibraCool per la mia artrite reumatoide – ed ecco cosa è successo

Di Cheryl Crow, 12 aprile 2021

Un autore che ride ad alta voce affronta un argomento mortalmente serio: lottare per la copertura assicurativa sanitaria

A volte penso che tu mi voglia morto … E io sono qui per vivere. E sembra che queste cose a volte si escludano a vicenda. – Jenny Lawson, da “Broken (…

Di Beth Levine, 6 aprile 2021

L’infiammazione può contribuire a peggiorare i tassi di sopravvivenza a lungo termine nelle persone con malattia reumatica

I giovani adulti con psoriasi, lupus e artrite reumatoide corrono un rischio più elevato di morte per attacco di cuore, suggerisce lo studio.

Di Becky Upham, 5 aprile 2021

Smart Health: ho provato la telemedicina della realtà virtuale per il dolore da artrite cronica – ed ecco cosa è successo

Di Cheryl Crow, 2 marzo 2021

8 cose che le persone con artrite reumatoide devono sapere sui vaccini COVID-19

Scopri la sicurezza, l’efficacia e l’importanza di ottenere i vaccini COVID-19 se tu o una persona cara convivete con l’artrite reumatoide.

Di Meryl Davids Landau, 8 febbraio 2021

La tua artrite reumatoide è peggiore di quanto pensi?

Non essere così veloce nel liquidare i tuoi sintomi come “normali. “Guarda per questi segni che dovresti chiamare il tuo medico.

Di Brian P. Dunleavy, 4 febbraio 2021

7 delle migliori app di attività per persone con artrite reumatoide

Prova questi tracker di attività se l’artrite ostacola i tuoi allenamenti.

Di Michael Dolan, 7 gennaio 2021

6 modi per ottenere il massimo dalla tua visita di telemedicina con il tuo reumatologo

Con la pandemia COVID-19, le visite di telemedicina per gestire l’AR sono diventate più comuni che mai. Prova questi suggerimenti per ottenere il massimo dalla tua visita virtuale.

Di Erica Patino17 novembre 2020

Anteprima di nuove linee guida sui farmaci per il trattamento dell’artrite reumatoide

Gli esperti dell’American College of Rheumatology hanno dato una nuova occhiata alla ricerca e raccomandano, in via preliminare, i migliori trattamenti farmacologici per l’AR.

Di Meryl Davids Landau, 10 novembre 2020

7 consigli per rimanere attivi a casa con RA

Trascorri più tempo che mai a casa, ma l’esercizio è ancora cruciale, specialmente con RA. Prova questi suggerimenti per dare una scossa alla tua routine di allenamento o per iniziare. . .

Di Erica Patino, 22 ottobre 2020 “

Lo yoga può migliorare la digestione e aiutare a ridurre lo stress. Adobe Stock

L’esercizio fa miracoli per il cervello e il corpo. Questo è davvero importante da ricordare quando si ha a che fare con la sindrome dell’intestino irritabile (IBS), un disturbo dell’interazione cervello-intestino.

“L’esercizio fisico fa parte della salute comportamentale e dell’assistenza olistica necessaria per migliorare l’asse cervello-intestino e gli esiti nell’IBS”, afferma Brennan Spiegel, MD, gastroenterologo e professore di medicina e salute pubblica e direttore della ricerca sui servizi sanitari presso Cedars -Sinai a Los Angeles.

Una recensione pubblicata a settembre 2018 su Neurogastroenterology and Motility ha esaminato vari esercizi che abbracciano una vasta gamma di intensità dal tai chi all’alpinismo. Ha scoperto che ciascuno degli esercizi ha contribuito a ridurre i sintomi dell’IBS e migliorare l’umore.

Ma un esercizio è migliore di un altro quando si tratta di alleviare il dolore IBS?

“Il miglior esercizio è quello che farai e manterrai”, dice Megan Riehl, PsyD, psicologa gastrointestinale presso Michigan Medicine ad Ann Arbor, Michigan.

Ecco cinque attività consigliate dagli esperti che hanno dimostrato di migliorare i sintomi dell’IBS.

Un avvertimento: parla sempre con il tuo medico prima di iniziare una nuova routine di esercizi, soprattutto se il dolore addominale, i sintomi di IBS o il disagio gastrointestinale (GI) ti hanno impedito di allenarti per un periodo prolungato.

1. Lo yoga migliora la digestione e l’umore

Sebbene esistano molti tipi di yoga, alcuni più aerobici di altri, tutti seguono i principi di base del collegamento del cervello, del corpo e del respiro attraverso una serie di pose stazionarie e movimenti attivi.

Una revisione pubblicata a dicembre 2019 su Digestive Diseases and Sciences ha rilevato che i partecipanti allo studio che hanno iniziato una pratica yoga hanno migliorato la loro digestione, ridotto i sintomi dell’IBS e si sentivano più forti. Hanno anche segnalato meno depressione e ansia.

“Crediamo che lo yoga sia un trattamento molto efficace per l’IBS perché l’attenzione sulla connessione mente-corpo migliora i messaggi che viaggiano dal cervello all’intestino e dall’intestino al cervello”, afferma Brian E. Lacy, MD, PhD, gastroenterologo presso la Mayo Clinic di Jacksonville, in Florida.

Se hai appena iniziato, prova i corsi per principianti, che a volte sono etichettati come “gentili” o quelli che si concentrano sulla riduzione dello stress, finché non sei pronto per una lezione più intensa.

2. Il Tai Chi aiuta a collegare il corpo al respiro

Come lo yoga, il tai chi implica anche il collegamento del cervello, del corpo e del respiro attraverso una serie di movimenti lenti e aggraziati accoppiati con la respirazione profonda nel diaframma. La revisione pubblicata su Neurogastroenterology and Motility ha esaminato uno studio precedente che ha monitorato due gruppi di pazienti con IBS per otto settimane: entrambi i gruppi hanno assunto farmaci, ma un gruppo ha praticato il tai chi mentre l’altro no. Il gruppo che ha praticato il tai chi per otto settimane ha avuto sintomi meno gravi e meno gravi rispetto al gruppo di controllo.

Il tai chi è efficace, perché aiuta a ridurre lo stress.

“Lo stress fisico ed emotivo non aiuta nessuno di noi”, afferma il dott. Riehl. “Aumenta i nostri livelli di cortisolo e questo può avere un impatto sul nostro sistema digestivo. Le persone con IBS hanno difficoltà a ridurre lo stress digestivo. Quindi, controllando il respiro, rallentando il respiro e portando il respiro nel diaframma, si avvia il sistema parasimpatico, calma tutto e fa un bel massaggio agli organi digestivi che può ridurre gli spasmi e l’urgenza. “

3. Camminare facilita i sintomi

Seguire i tuoi passi quotidiani con una passeggiata o una corsa leggera brucia calorie, aiuta a regolare i livelli di zucchero nel sangue e lavora su diversi grandi gruppi muscolari. Uno studio pubblicato a maggio 2020 su PLoS One ha rilevato che più sono stati i passaggi che le persone con IBS facevano al giorno, meno gravi erano i loro sintomi. E in uno studio pubblicato nel febbraio 2018 sul Journal of Bodywork and Movement Therapies, i partecipanti che hanno fatto sei settimane di esercizio su un tapis roulant per soli 30 minuti tre volte a settimana hanno visto un miglioramento significativo dei sintomi dell’IBS e del loro umore.

“Fare una passeggiata aiuta la digestione”, dice il dottor Lacy. “Può aiutare ad alleviare la stitichezza e può aiutare a spostare i gas per alleviare il dolore addominale. Inoltre, stare all’aperto all’aria aperta e muoversi fa bene alla salute mentale. E questo fa bene alla tua salute gastrointestinale. “

4. Il ciclismo ti consente di variare l’intensità

Salire in bicicletta, sia da fermi che su strada, è un ottimo allenamento per le gambe e per il cuore. Lacy lo sostiene per la quantità di controllo che dà al ciclista poiché puoi facilmente aumentare la pedalata per una maggiore intensità o rallentarla e navigare per una pedalata piacevole. “È un’ottima attività aerobica sicura, piacevole e a basso impatto”, afferma.

Uno studio pubblicato nel gennaio 2015 sul World Journal of Gastroenterology ha rilevato che i pazienti affetti da IBS che hanno mantenuto l’abitudine al ciclismo o ad altri esercizi, avevano migliorato i sintomi e la salute generale cinque anni dopo aver iniziato a fare esercizio.

5. Il nuoto è un allenamento per tutto il corpo che stimola il tuo umore

Il nuoto è un ottimo esercizio aerobico a basso impatto che fa lavorare braccia, gambe e core. “L’aerobica in acqua può essere molto dolce ma impegnativa”, afferma Riehl. “Inoltre, nuotare ti fa concentrare sul tuo respiro. È ottimo per ridurre i livelli di stress del cortisolo, aumentare le endorfine e sentirsi bene. “

La ricerca mostra che entrare in piscina fa miracoli per la nostra salute mentale. Uno studio pubblicato nel 2019 sulla rivista brasiliana Clinics ha dimostrato che gli esercizi acquatici riducono l’ansia e lo stress nei pazienti anziani. Questo è importante poiché l’ansia e lo stress spesso innescano i sintomi dell’IBS.

Riehl osserva che nuotare raramente, se non mai, porta a crampi o diarrea urgente per le persone con IBS.

La moderazione è importante quando si tratta di esercizio

Non sono rare le storie di ciclisti e maratoneti che perdono il controllo della vescica o defecano su se stessi. Secondo il dottor Spiegel, quando ti alleni il tuo corpo sopporta uno stress fisico che non dà la priorità all’intestino, che diminuisce il flusso sanguigno all’addome.

“Spingerlo all’estremo può portare a diarrea urgente da qualcosa chiamato ischemia localizzata nel colon”, dice Lacy. “Sottolinea la necessità di fare esercizio con moderazione piuttosto che spingersi a un livello estremo. “

Solo 30 minuti su un tapis roulant tre volte alla settimana sono stati sufficienti per ridurre i sintomi dell’IBS nello studio Journal of Bodywork and Movement Therapies.

“Fare esercizio con moderazione è ottimo per la tua salute fisica ed emotiva e ti aiuta a dormire meglio, il che è ottimo per la digestione”, afferma Lacy.

Iscriviti alla nostra Newsletter sulla salute dell’apparato digerente!

Le ultime novità in IBS

Stai provando la dieta a basso contenuto di FODMAP per IBS? Evita queste 4 insidie ​​comuni

La dieta a basso contenuto di FODMAP può svolgere un ruolo cruciale nella gestione della sindrome dell’intestino irritabile, ma non se sei vittima di questi errori.

Di Christina Vogt, 16 aprile 2021

Cosa devi sapere sul dolore IBS

Quali sono le cause del dolore addominale nei pazienti con IBS e cosa possono fare le persone che convivono con IBS per alleviare il loro disagio?

Di Ashley Welch, 29 giugno 2020

I batteri probiotici morti possono aiutare i malati di IBS a trovare sollievo

I ricercatori affermano che l’uso di probiotici morti può essere utile per le persone che non rispondono bene ai batteri vivi.

Di Linda Thrasybule, 22 aprile 2020

La meditazione consapevole riduce i sintomi e l’ansia dell’IBS, risultati di uno studio

I ricercatori hanno scoperto che le persone con IBS che praticavano la meditazione di consapevolezza hanno anche riportato miglioramenti nella loro qualità complessiva della vita.

Di Ian Chant, 13 aprile 2020

Il business di una dieta

Seguire una dieta a basso contenuto di FODMAP ha spinto un malato di IBS a lanciare un servizio di consegna di cibo.

Di Denise Schipani, 22 ottobre 2019

Sindrome dell’intestino irritabile alleviata da web, terapia telefonica

La terapia cognitivo comportamentale mostra risultati promettenti nel trattamento dell’IBS, secondo un nuovo studio.

Di Lisa Rapaport, 26 luglio 2019

Dovresti provare l’ipnoterapia diretta dall’intestino per IBS?

La ricerca suggerisce che questo approccio olisitico può aiutarti ad affrontare le riacutizzazioni e i sintomi legati all’intestino.

Di Sandra Gordon, 17 giugno 2019

La terapia cognitivo comportamentale può aiutare ad alleviare i sintomi dell’IBS?

Se hai la sindrome dell’intestino irritabile, possono verificarsi riacutizzazioni in qualsiasi momento, rendendo le situazioni sociali stressanti. Approcci come la terapia cognitivo comportamentale. . .

Di Linda Thrasybule, 23 agosto 2018

Rilevare l’IBS ascoltando il tuo intestino

Un vincitore del premio Nobel ha sviluppato un dispositivo che ascolta le tue viscere per rilevare l’IBS.

Di Matt Seidholz, 14 giugno 2018

Come viaggiare con i sintomi dell’IBS

Entro il 14 novembre 2017 “

L’influenza, o l’influenza, e il comune raffreddore possono essere difficili da distinguere. Entrambe sono malattie respiratorie causate da virus e condividono molti sintomi.

Sia il comune raffreddore che l’influenza sono contagiosi, ma i sintomi del raffreddore tendono ad essere più lievi e migliorare entro una settimana a 10 giorni, secondo la Mayo Clinic. (1) Mentre la maggior parte delle persone che contraggono l’influenza guarisce in meno di due settimane, i sintomi sono più gravi e possono svilupparsi complicazioni gravi, come polmonite, bronchite e infezioni del seno o dell’orecchio, osserva i Centers for Disease Control and Prevention (CENTRO PER LA PREVENZIONE E IL CONTROLLO DELLE MALATTIE). (2)

Poiché il raffreddore e l’influenza sono causati da virus, piuttosto che da batteri, gli antibiotici non sono un’opzione di trattamento efficace.

Domande comuni Risposte

Quanto dura l’influenza? La maggior parte delle persone che contraggono l’influenza guarisce in meno di due settimane, ma possono svilupparsi complicazioni come polmonite, bronchite e infezioni ai seni o alle orecchie. Gli antibiotici possono aiutare a curare il raffreddore o l’influenza? Poiché il raffreddore e l’influenza sono causati da virus, piuttosto che da batteri, gli antibiotici non sono un’opzione di trattamento efficace. Quanto tempo ci vuole per lo sviluppo dei sintomi del raffreddore? I sintomi del raffreddore comune si sviluppano tipicamente da uno a tre giorni dopo l’esposizione a virus che causano il raffreddore. Esiste una cura o un vaccino per il comune raffreddore? Non esiste una cura per un comune raffreddore, ma i farmaci da banco possono alleviare i sintomi. Non esiste un vaccino, ma una buona igiene può ridurre il rischio di contrarre il raffreddore. Quali sintomi hanno in comune raffreddore e influenza? I sintomi che il comune raffreddore e influenza possono includere dolori muscolari, mal di testa, mal di gola, tosse, congestione nasale, starnuti e febbre.

Segni e sintomi di raffreddore e influenza

Sia l’influenza che il raffreddore influenzano il sistema respiratorio, sebbene i sintomi influenzali siano in genere più gravi di quelli del comune raffreddore.

“Esistono molti virus diversi che possono causare un raffreddore, ma la maggior parte di questi virus causa sintomi del raffreddore molto simili”, afferma Aaron E. Glatt, MD, consulente per le malattie infettive e il controllo delle infezioni presso il South Nassau Communities Hospital di Oceanside, New York.

I sintomi che il comune raffreddore e influenza possono includere:

dolore al corpo mal di testa mal di gola slim 4 vit si trova in farmacia tosse congestione nasale febbre febbre

L’influenza è solitamente accompagnata da febbre più alta (102 gradi F o superiore) ei sintomi dell’influenza tendono a manifestarsi più improvvisamente.